Cavalli giovani: Hangover si conferma la migliore in Italia. È lei la campionessa italiana 5 anni femmine

Hangover e Giuseppe Carrabotta (foto archivio)

Una importantissima conferma per l’allevamento del cavallo sportivo da salto ostacoli arriva dalle finali Mipaaf e dai Campionati Italiani giovani cavalli FISE che si sono conclusi proprio ieri, domenica 14 ottobre, sui campi dell’Arezzo International Horses. Hangover è sempre la migliore!

La cavalla italiana, allevata e di proprietà di Giuseppe Reina e agli ordini di Giuseppe Carrabotta (New Eagles Asd), si è aggiudicata il titolo di Campionessa Italiana Mipaaf e FISE per la categoria femmine 5 anni per il 2018.

È una importante conferma, dicevamo, perché sempre sotto la sella di Carrabotta, Hangover aveva già dimostrato di essere la migliore anche l’anno scorso, seppur nella categoria dei 4 anni. Hangover e Carrabotta hanno chiuso le gare con zero penalità, conquistando il primo posto sia nella gara esclusivamente riservata ai cavalli italiani, sia nel Campionato aperto anche agli stranieri.

Altri bei risultati sono usciti dall’appuntamento aretino come il quinto posto conquistato nella finale Mipaaf 4 anni femmine (7^ nel Campionato Italiano FISE di categoria) da Siria Lady (All e Prop. Salvatore Costantino), che sotto la sella di Alessandro Sciacca (C.I. Linera) ha chiuso senza errori.

Nella finale Mipaaf riservata ai se anni è arrivato anche il 6° posto ex aequo per Amir (All. e Prop. Raffaele Riccardo Aiello) agli ordini di Salvatore Caccamo (CI Caccamo). Cavallo che con 8 penalità ha ottenuto anche il 7° posto del Campionato Italiano FISE dei 6 anni.

Due i risultati utili per i cavalieri siciliani nella categoria riservata ai cavalli di 7 anni. Si tratta del settimo posto conquistato da Divo della Caccia (All. Coop Soc La Caccia; Prop. Gianmarco Acreman) montato da Fabio D’Aquila (Equitazione Siracusana Asd; 20.00) nella finale Mipaaf e dell’ottavo ottenuto, invece, da Filou vd Kruishoeve (Prop. Antonello Rasca) con Ernesto Vacirca (C.I. Valverde) con 12 penalità.

Ottimi risultati anche nei Criterium; come il secondo posto conquistato da Zorba Baio (All. Gianluca Capello, Prop. Romina Riggio) montato da Marco Guastella (C.I. Caccamo; 206,50) nel Criterium 7 anni e oltre Brevetto. Nel Criterium 5 anni Mipaaf, invece, il quarto posto per Intias (All. e Prop. Equilandia Club) e Giorgio Gusatella (C.I. Caccamo; 0) e ancora il quarto posto ottenuto da Lorain (All. Az Agr. Fusi Ambrogio; Prop. Fusi Ambrogio) e Salvatore D’Angelo (C.E. Ortoliuzzo; 200,16) nel Criterium 7 anni e oltre 1° grado. Nel Criterium 7 anni Mipaaf, invece, settima piazza per Facezia di Giulfo (All. Stefano Sillitti; Prop. Calogero Celeste) montato da Lorena Gambuzza (C.I. Caccamo; 42).

Seppur non montati da cavalieri o amazzoni siciliane, bella soddisfazione per l’allevamento siciliano e soprattutto per l’azienda agricola zootecnica Jannarella, che ha piazzato diversi cavalli di sua proprietà in diverse gare, come nella finale del Criterium 6 anni Mipaaf vinta da Gingerton (Prop. E All. Az. Agr. Zootecnica Jannarella) montato da Elena Bisogni (0) o come il terzo posto ottenuto nella finale 5 anni maschi Mipaaf (5° nel Campionato) da Action Star di Jannarella (All. e Prop. Az. Agr. Zootecnica Jannarella) montato da Nico Lupino (0) o come il decimo posto ottenuto da Incantera di Jannarella (All. e Prop. Az. Agr. Zootecnica Jannarella) montato da Diego Caselli (0) nel Campionato 5 anni femmine FISE.

A tutti i cavalieri, allevatori e proprietari i complimenti del Comitato Regionale FISE Sicilia per i risultati conseguiti ad Arezzo.