Salto ostacoli: La Sicilia chiude al settimo posto a Verona

Nella foto © Mario Grassia: La squadra del GP delle Regioni Under 21 insieme al capo equipe Domenico Tripoli e al Tecnico Gianluca Palmizi

Conclusa a Verona la trasferta di cavalieri e amazzoni siciliane impegnati nella 120^ edizione di Fieracavalli a Verona.

Le squadra isolana del Gran Premio Under 21- Ride Up, agli ordini del capo equipe Domenico Tripoli, e composta da Gabriele Carrabotta su Corin Quinn (0/0; New Eagles); Francesca La Scala su Contendra di Nicoletta (7/0; AS Altair Equi Club), Manfredi Testaverde su Doornroosje (4/4; Horsing Club); e Ludovica Privitera su Perla de Monterra (4/4; New Eagles) ha concluso la gara al settimo posto con un totale di 12 penalità.

La squadra Pony con il capo equipe Francesco Pagano

Il team targato trinacria aveva chiuso la difficilissima prima manche con un totale di 8 penalità, per poi migliorarsi nella seconda ultimata con un solo errore. Migliore in campo è stato il catanese Gabriele Carrabotta, unico del quartetto isolano a riuscire a mettere la firma su uno splendido percorso netto. Prestazione, questa, che gli ha anche consentito di ottenere il quinto posto nella classifica finale individuale (H. 130). I siciliani hanno mantenuto la freddezza necessaria e sono riusciti a migliorare la loro prestazione nel secondo e decisivo percorso. La vittoria del Gran Premio delle Regioni è andata alla Lombardia (4), seguita al secondo e terzo posto rispettivamente da Toscana (8) e Piemonte (8). Erano 18 in tutto le squadre al via in rappresentanza dei diversi Comitati Regionali d’Italia.

Anche la squadra siciliana pony, guidata dal capo equipe Francesco Pagano, e composta da Sofia Vassallo su Masha (4) e Giulia Greco su Unity (8; CIR); Manuela Piccolo su Une Historie du Brief (16; Horsing Club) e Rita Cervellione su Zoe (4; Equilandia Onlus) ha concluso al settimo posto la Coppa delle Regioni Bac Technology. I più piccoli atleti siciliani hanno totalizzato 16 penalità alla prima manche. Erano, invece, 12 i team al via in questa occasione. La vittoria è andata al Piemonte (12), seguita da Lazio (16), seconda, e Marche terza (16). Sul podio nella Coppa Campioni Pony, gara individuale affiancata alla Coppa delle Regioni con un eccellente terzo posto Sofia Vassallo su Masha, gara in cui Manuela Piccolo in sella a Une Historie du Bief ha ottenuto il quinto posto ex aequo.

Sofia Vassallo su Masha © Plastic Foto

Nel Trofeo Pony, invece, quinto posto individuale della giovane di Castelvetrano Rita Cervellione e Zoe (Equilandia Onlus).

Sveva Smiroldo su Carioca © Plastic Foto

COMPETIZIONI INDIVIDUALI– Siciliani in grande evidenza nelle gare individuali organizzate nell’ArenaFISE, padiglione 5 di Verona Fiere. Il migliore risultato è arrivato grazie alla seconda posizione della catanese Sveva Smiroldo su Carioca (17 punti d’onore; C.I. Valverde) nel Talent Rider Children – Kep Italia. Il Talent Rider era una gara riservata ai migliori dieci binomi delle computer list giovanili. Nella categoria riservata agli Young Rider è arrivata la bella terza posizione di Emilia Bignardelli (New Eagles). In sella a Sicily by Car Captain du Toultia Z l’amazzone palermitana ha concluso la gara con 16 punti d’onore. Nella stessa categoria quinta il la catanese Elisabetta Vacirca in sella a Figaro Van’t Gestelhof. Per l’amazzone del C.I. Valverde: 12 punti d’onore.

 

Emilia Bignardelli su Sicily by Car Captain du Toultia Z © Plastic Foto

Bellissimo risultato, nel 120×120 Gran Premio Fieracavalli, voluto per celebrare i 120 anni della Fieracavalli, per Antongiulio Giuliano (C.I. La Pineta) che in sella a La Fayette L con 8 penalità totali (4/4) ha concluso al secondo posto la finale del circuito “bronze”.

Nel livello 1 (Ch/Jun) del Progetto Sport Col. Lodovico Nava quarto posto per il cavaliere messinese Dario Nasisi su Leon (C.I. La Palma) con 8 penalità al barrage, ma con il miglior tempo dell’ultima prova: 50”51.

In evidenza, invece, nel Master Sport Silver di venerdì (81 partenti) la palermitana Gaia Artioli. In sella alla cavalla siciliana Diva di Sabuci, l’amazzone del Riders Club Asd ha messo a segno un ottimo secondo posto, un bel doppio netto nella prova mista del sabato, chiudendo con il veloce tempo di 16”23 il barrage decisivo.

Gaia Artioli su Diva di Sabuci © Plastic Foto

Da segnalare nel Master Bronze di giovedì (44 partenti) il bel secondo posto della palermitana Giuliana Taormina (EquiClub) su Muguet du Thiereux (0; 49”22).